Gli antiossidanti

Autorità internazionali come la FAO hanno indicato il potere benefico di alcuni alimenti sulla salute umana grazie al ruolo che svolgono nel rallentare l’invecchiamento cellulare. Nonostante i numerosi studi, ad oggi, alcuni fenomeni legati all’invecchiamento sono ancora irrisolti.

Un punto in comune tra le varie ricerche è lo stress ossidativo, che risulta essere uno dei fattori di stress fondamentali se si parla di diabete, demenza senile ed altre malattie legate all’età. Esso può essere modulato o contrastato dalle difese antiossidanti del corpo.

Si dicono ANTIOSSIDANTI tutte quelle sostanze in grado di interferire con le reazioni chimiche di ossidazione che originano i radicali liberi.

I radicali liberi nascono come prodotti di scarto del metabolismo cellulare; in minima quantità aiutano a liberare l’organismo da germi e batteri ma un accumulo può causare danni alle strutture cellulari, ad esempio la membrana plasmatica ed il DNA. I radicali liberi possono essere anche di origine esogena: fattori come il tabagismo, il consumo di alcool, l’inquinamento, i raggi UV e la contaminazione di pesticidi e prodotti chimici, possono aumentarne i livelli nel corpo umano. L’eccesso si ripercuote negativamente su processi come l’invecchiamento cellulare e il deperimento del sistema immunitario. Quando la produzione o l’esposizione ai radicali liberi eccede le capacità dei sistemi protettivi, si dice che l’organismo è esposto a una condizione di stress ossidativo.
Il nostro organismo controlla tali sostanze grazie ad antiossidanti endogeni (cioè sintetizzati autonomamente), prodotti del metabolismo come il glutatione, l’ubichinolo (o coenzima Q), l’acido urico, e l’ormone melatonina che forniscono ai radicali liberi gli elettroni mancanti. Molti antiossidanti presenti nel plasma sanguigno sono di origine alimentare ed è stato dimostrato che le persone abituate a una dieta ricca di antiossidanti vivono più sane e più a lungo. Gli antiossidanti nel nostro organismo funzionano dunque come purificatori eliminando gli scarti metabolici. Alcuni studi hanno dimostrato come l’assunzione in prevalenza di frutta e verdura ricca di antiossidanti permetta uno stress ossidativo minore ed una qualità della vita migliore. Tra tutte le diete ricche in antiossidanti, riconosciuta dall’UNESCO come Patrimonio Culturale Immateriale, spicca la Dieta Mediterranea, che sembra fornire abitudini alimentari facilmente adattabili a tutte le fasce di età e si dimostra un valido modello di sostenibilità, sia per la salute umana che per lo sfruttamento delle risorse, poiché basata sulla territorialità.

Articolo di Eleonora Grazioli


2 commenti

L'Avocado - UltraBio · 06/11/2017 alle 17:48

[…] sono anche le sue proprietà antiossidanti . La ricchezza di vitamina E e di vitamina A aiuta a contrastare l’invecchiamento della pelle, […]

I Mirtilli - UltraBio · 06/11/2017 alle 18:40

[…] decantate, anche in cosmesi, sono le sue proprietà antiossidanti ; oltre alle Vitamine C, A, B1 e B2, sono presenti i flavonoli (un gruppo di flavonoidi), circa 419 […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *